Spoiler: intervista al nuovo showrunner di True Blood, Brian Buckner

Così che cosa possiamo aspettarci da questa nuova stagione?

“Bene, tematicamente – e io voglio essere giusto verso le stagioni passate – sento come se faccessimo tanta corsa ed uccisioni, che molto raramente ci fermiamo a parlare dell’importanza della vita. Così avremo un episodio in questa stagione intitolato “Life Matters” (Questioni di vita). Stiamo provando a ricordare alle  gente che la vita di questi esseri umani, e dei vampiri che vivono in questa piccola città, Bon Temps, significano qualcosa.

Così se perdiamo qualcuno, smetteremo di piangerli, e proveremo a raccontare la parte più umana di queste storie soprannaturali che stiamo raccontando. Questo è, più o meno, lo stato della mia missione.”

Ora che siamo alla sesta stagione, come si fa a mantenere queste storie fresche e affascinanti?

“Cambiando. Non sto dicendo quali saranno i cambiamenti, tutti amano lo show, ma gli attori non vogliono più recitare le stesse scene, e gli scrittori non voglio più scrivere le stesse scene, e così letteralmente movimenteremo le cose.

E girando (letteralmente) le persone intorno – in questo show, a parte quando abbiamo la lettura dei copioni,  ed il party della premiere, molti di questi attori non hanno mai lavorato insieme – così come la vedo io, se possiamo scambiare il paradigma, e alcune di queste relazioni all’interno dello show, ci saranno tante di queste nuove strade da percorrere.

Jason non ha mai recitato una scena con, tipo, Pam, giusto?
Così ci saranno tutti questi accoppiamenti, e il mio lavoro, e il lavoro degli scrittori è cambiare le corsie che stavamo percorrendo da sei stagioni. La risposta è, dato che abbiamo tutti questi personaggi, penso che sia molto facile rimanere freschi – devi solo essere coscenzioso nel farlo. Così questo tipo di cose cui dobbiamo stare attenti, e tornare un pò delle radici della nostra soap opera, e ricordarci che ciò che conta in mezzo a tutta la trama che facciamo, è il romanticismo.”

Dopo il finale scioccante dell’ultima stagione, si potrebbe dire che Bill ha interamente perso la sua umanità a questo punto, o c’è ancora speranza per lui?

“Io penso che ci deve sempre essere speranza per lui. Ma il suo percorso narrativo durante la stagione, in quel primo episodio [allerta spoiler!] lui chiede a Jessica di assicurarsi che non la perda (si riferisce alla sua umanità). La perderà. Lo fa. Ma troverà la sua strada per tornare, perché Bill dev’essere Bill. Ma in quella battaglia che c’è tra la parte Bill, di Bill, e la parte Lilith di Bill, lei vincerà per un po’.”
 
Dopo queste battute, diresti che il triangolo d’amore Bill/Sookie/Eric triangolo esiste ancora in questa stagione?

“Credo che esista – la tensione c’è, ma direi che questi personaggi non sono mai stati più lontani di così, romanticamente parlando. Bill e Sookie sono ancora il centro dello show, ma non possono stare sempre insieme. Ma l’impasse (vicolo cieco) è davvero interessante.”
 
Spoiler: intervista al nuovo showrunner di True Blood, Brian Bucknerultima modifica: 2013-06-11T22:07:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento