True Blood 3×05 William

Ecco il nuovo episodio della fan fiction della terza stagione:

True Blood


3×05 William

 

Flashback 1982

 

Siamo a Times Square, New York, è notte fonda

Bill sta aspettando qualcuno davanti alle enormi luci della famosa strada di NY. Bill è sorpreso ed estasiato da queste luci

Arriva una macchina, molto bella ed elegante. Nera

Da questa macchina scende l’agente Paul. Uguale e identico a come è nel presente.

Paul: signor Compton?

Bill: si, sono io

Paul: mi avevano fatto una descrizione perfetta

Bill sorride

Paul: dunque, New York le piace?

Bill: si, molto luminosa, l’ultima volta che c’ero stato, non era esattamente così

Paul sorride

Paul: pensare che la prima volta che ci sono stato io, non c’era nemmeno un grattacielo

Bill è confuso

Bill: è un vampiro?

Paul: le sembro un vampiro?

Bill: non direi..

Paul sorride

Paul: lei ha un ottimo intuito signor Compton

Bill: allora, posso incontrare questo William?

Paul grugnisce

Paul: noi preferiamo non pronunciare il suo nome, sa per rispetto

Bill: mi scusi..

Paul: possiamo passarci sopra…. Domani notte, alle 23.42 precise, si faccia vedere al 4815 di Lexington Avenue. Appartamento 16

Bill: 23.42 precise, non so, forse non so se riesco a fare in tempo..

Paul: beh, o fa in tempo, o non potrà parlare con William…

Bill: non capisco..

Paul: il nostro signore è molto preciso, non ama i ritardi..

Bill è confuso

Paul: 23.41?

Bill: 23: 41!

Paul sorride

Paul: a domani sera signor Compton

Bill: a domani sera….

Paul entra nella macchina, che parte e lascia Times Square.

Bill è confuso.

 

Presente

Bill è tornato, siamo nella villa di Gellar

 

Bill: fatti guardare..4 giorni, è sembrata un’eternità

Bill guarda il collo di Sookie

Bill: cosa è successo?

Sookie non risponde

Bill guarda Eric con rabbia

Bill: cosa è successo?

Sookie: niente…

Bill: quelli non sono miei Sookie

Eric: sono i miei..

Bill: figlio di puttana..

Gellar si alza

Gellar: signor Compton, non manchi di rispetto al suo sceriffo

Sookie: Bill, per favore aveva bisogno di sangue..

Bill: certo, come no, non vedeva l’ora

Eric: non posso dire di no…

Gellar: il suo sceriffo era in pericolo di coma, la gentile signorina lo ha salvato, dovrebbe essere fiero di lei

Bill si avvicina ad Eric

Eric: Bill, lascia stare dobbiamo pensare ad altro adesso

Sookie: Bill, smettila!

Bill: hai violato il mio legame con lei, l’hai fatto una volta e ci sono passato sopra, ma questo è davvero troppo.

Eric sorride

Bill: cosa ridi?

Eric: rido Bill, perché non stai facendo una bella figura, e ti ripeto, non ho voglia di combattere

Bill si gira

Bill: peccato

Bill tira un pugno ad Eric

Sookie: Bill…

Gellar è arrabbiato

Eric sorride

Eric: molto stupido da parte tua..

Bill cerca di colpire Eric di nuovo, ma Eric lo ferma, Bill lo colpisce nella stomaco, Eric cade a terra, Bill è in piedi, Eric gli dà un calcio nella parti basse.

Bill cade a terra

Sookie: smettetela..

Lafayette: wow, questo si che è intrattenimento!

Bill è a terra

Sookie corre da lui

Stanno per darsele di nuovo

Gellar: vi ordino di fermarvi!

I due si fermano

Gellar: insolente Signor Compton

Bill: Sookie è mia (verso Eric)

Eric sorride

Sookie: sai una cosa, non sono proprio di nessuno, Sookie sale le scale e va verso la sua camera, delusa.

Bill è confuso

Eric: sorride

 

Siamo a casa di Sara Newlin

Steve ha tirato fuori i denti

Sara urla

Ginger, sentendo Sara, urla anche lei

Jason corre alla porta

Jason: oh mio dio, Steve, cosa ti hanno fatto?

Sara: Jason, non è il momento

Steve: posso avere un po’ di Tru Blood?

Sara: cosa? Non vuoi ucciderci?

Steve: uccidervi? Per chi mi ha preso?

Sara: per un vampiro

Ginger arriva

Ginger urla

Steve: cos’è hai organizzato un festino a casa nostra?

Sara: non è un festino Steven!

Steve: non chiamarmi col mio nomi, e invitami ad entrare..

Sara: no..

Ginger: scusa, ma non può entrare da se? È casa sua!

Steve sorride

Steve: grazie

Jason: stupida

Steve ritira fuori i denti

Steve: sapete potrei ripensarci…ho un certo languirino…

Ginger urla

Jason, Ginger, ed Andy scappano di sopra

Sara remane con Steve

Steve: chissà com’è il sangue di un umano..

Sara: ma come, non eri contro i vampiri?

Steve: lo so..ma le cose cambiano Sara

Sara e Steve incominciano a combattere

una catfight al femminile, con tanto di tiramento di capelli e graffi con le unghie

Vince Sara, e scappa di sopra con gli altri

Steve rimane a terra

 

Julian è in prigione

Arriva Sam a trovarlo

Julian: hey

Sam: hey

Julian: Sam, devi credermi, non sono stato io

Sam sbuffa

Sam: non lo so, ti conosco da meno di 3 giorni, non so davvero chi sei, sento solo che hai un legame con me

Julian: abbiamo un legame

Sam: perché ti avrebbero arrestato se non sei stato tu?

Julian: stanno cercando di incastrarmi Sam, affinché io possa tornare da egli

Sam: egli? Di che cosa stai parlando.

Julian: è troppo complicato da spiegare..e non abbiamo tempo

Sam: cosa intendi fare?

Julian: uscire di qui naturalmente..

Sam: cosa?

Julian: mi trasformo in una mosca e volo via

Sam: no, no, questo aumenterà i sospetti su di te, e su di me

Julian: mi dispiace Sam, non ho intenzione di tornare da egli.

Sam: Julian…no…

Julian si trasforma in una mosca e vola via…

 

Pam e Jessica sono sull’Anubis airlines

Jessica è triste

Pam: cosa c’è? Ancora pensi a quello Hoyt?

Jessica: questi giorni sono stai frenetici, non sto capendo nulla….

Pam: non sei eccitata? New York..

Jessica: beh, si, però…non so.

Pam: finiscila..

Jessica: cosa dobbiamo fare a New York poi?

Pam: diciamo che devo incontrare un vecchio amico…

Jessica: ancora non mi hai detto nulla di Bill, di Sookie…

Pam: beh, diciamo solo che non se la passano molto bene…

Jessica: ma stanno bene? (preoccupata)

Pam: non preoccuparti…….tutto è bene quel che finisce bene, l’amore trionfa sempre, e vissero felice e contenti.

Jessica è stranita

Pam: ora scusa, devo andare a vomitare..

 

Sookie è nella sua stanza, nella villa di Gellar

Bill bussa alla porta

Bill: hey..

Sookie non risponde

Bill: Sookie..

Sookie: cosa vuoi Bill?

Bill si avvicina a Sookie

Bill: l’ho fatto perché se lo meritava, lo ha fatto a posta, perché non vuoi capire?

Sookie: non è così, io gli ho offerto il mio sangue…

Bill: cosa?

Sookie: ha salvato la vita a me, e a Lafayette, non so cosa avrei fatto senza di lui. Ho solo ricambiato il favore…Non l’avrei mai lasciato morire..

Bill: non sarebbe morto, e tu lo sai

Sookie: eh allora? Avrebbe sofferto le pene dell’inferno..

Bill: Sookie, lo sai che lui ti vuole..

Sookie scuote la testa

Sookie: pensavo avessi un cuore da qualche parte, e fossi completamente sincero con me, non mi hai detto del tuo patto, non mi hai detto che volevi morire, Bill, non so più chi sei!

Bill prende le mani di Sookie

Bill: tu sai perfettamente chi sono, quel patto è stato lo sbaglio più grande della mia vita, conoscere te…quella è stata la cosa più bella..

 

Flahback 1982

 

Bill è davanti un enorme palazzo a Lexington Ave. Il 4815

Bill guarda l’orologio sono le 23.37

Bill entra nell’appartamento 16

è vuoto, buio, illuminato dalla sola luce della luna, che filtra dalla finestra

Bill guarda l’orologio, sono le 23.40

Bill è impaziente

Sono le 23.41.59

Bill incomincia ad avvertire una strana sensazione, quasi come se soffocasse, anche se da vampiro non respira, sente una sensazione simile al soffocamento

L’aria si fa strana, viziata, le pareti incominciano a tremare

Bill è spaventato

Bill si sente incredibilmente triste, incomincia a piangere, le lacrime di sangue scendono dai suoi occhi

All’improvviso davanti a se, vede una figura alta, nera, avvolta da un grande mantello, ma non riesce a vedere il volto,

Bill: cosa mi succede?…

William (con voce non umana, e non riconducibile a nessun suono conosciuto): farò quello che vuoi, vampiro. Ma tu devi fare qualcosa per me…

Bill continua a piangere..sdraiato a terra.

 

L’agente Paul torna alla stazione di polizia

Poliziotto: agente Paul, il prigioniero, è scomparso

Paul: cosa? Qual’è prigioniero?

Poliziotto: quel Julian

Paul: e come sarebbe scappato?

Paul pensa

Paul: ma certo..

Poliziotto: abbiamo visto un uomo uscire prima

Paul: chi?

Poliziotto: Melrotte, Sam, il padrone di quel bar…Il Melrotte.

Paul sorride

Paul: perché la cosa non mi sorprende?

Entra Tonya al distretto

Paul: vieni nel mio ufficio

Tonya sorride

Tonya: il nostro piano è andato a monete

Paul: non avete Compton?

Tonya: abbiamo avuto un piccolo contrattempo..

Paul: non gli piacerà, la sera del riscatto si avvicina sempre più, e noi non sappiamo dov’è Compton

Tonya: ma possiamo scoprirlo..

Paul: come?

Tonya: un nuovo vampiro, lo abbiamo iniziato ieri notte, conosce Jason Stackhouse, il fratello di Sookie Stackhouse, la fidanzata di Compton

Paul: hai fatto i compiti…

Tonya sorride

Tonya inizia a baciare Paul, i due si baciano appassionatamente

 

Eric è fuori nel giardino della villa di Gellar

Lafayette lo raggiunge

Lafayette: hey, stai bene?

Eric sorride

Eric: è strano che tu me lo chieda

Lafayette: beh, è stato brutto, ciò che è successo lì dentro..

Eric: diciamo che…Bill ha ragione, avrei fatto lo stesso per il mio umano

Lafayette sorride

Eric: cosa?

Lafayette: stai cambiando

Eric: cosa?

Lafayette: non ho quasi più paura di te

Eric: allora devo iniziare a preoccuparmi

Lafayette: beh, ho sempre paura di te, ma so che non sei totalmente un mostro

Eric: sbagli..

Lafayette: non sbaglio mai di solito..

Eric: e cosa ti fa pensare che non sono un mostro?

Lafayette: il modo in cui la guardi, un mostro non prova sentimenti

Eric è perplesso

 

Sookie è nella stanza con Bill

Bill: Sookie, devi credermi, ho fatto quel patto con William perché la mia esistenza non aveva senso

Sookie: e così volevi suicidarti..

Bill: volevo morire da umano

Sookie: non è questo il punto Bill. Mi hai mentito, sapevi che questo momento sarebbe arrivato..

Lui ti vuole morto, e a quanto pare, è talmente potente da spaventare qualsiasi persona che lo conosca, oppure no

Sookie inizia a piangere

Bill va ad abbracciarla

Sookie: non voglio perderti..

Bill la stringe

Sookie: c’è qualcos’altro?

Bill: cosa?

Sookie: qualcos’altro che non mi hai mai detto? Un segreto, è ora di dirlo

Bill ci pensa

Bill: non c’è nient’altro..

Sookie abbraccia Bill

 

Flashback 2007

Bill è dalla regina della Louisiana

Bill: mi ha fatto chiamare?

Sophie-Ann: bene, Compton, giusto in tempo, il tuo sceriffo Northman è appena andato via

Bill: lo so, l’ho incontrato

Sophie-Ann: dunque, ti starai chiedendo perché ti ho fatto chiamare.

Bill: beh, si sua maestà

Sophie-Ann sorride

Sophie-Ann: beh, so che presto egli verrà a riscattare il suo debito, giusto Mr. Compton

Bill sorride

Bill: si, manca solo poco più di qualche mese

Sophie-Ann: lei è contento?

Bill: in effetti si

Sophie-Ann: la compatisco quasi sa, rinunciare ad una vita immortale

Bill: questa non è vita..

Sophie-Ann: certo

Sophie-Ann: visto e considerato che non ha niente da perdere, ho bisogno che lei mi faccia un enorme favore, spero che rispetterà ancora le gerarchie

Bill: ma certo…

Sophie-Ann: perfetto..

Sophie-Ann: c’è questa ragazza, a Bon Temps, Sookie Stackhouse, è molto importante che tu ti avvicini a lei, e la tieni d’occhio.

Bill: perché?

Sophie-Ann: non ha importanza questo. Lo farà signor Compton?

Bill: ok..

Sophie-Ann: bene, sapevo di poter contare su di lei.

Bill sorride

 

Sara, Jason, Andy e Ginger si stanno nascondendo in camera di Sara, al piano di sopra

Jason: andiamo, posso dargli un colpo e stenderlo, è Steve

Ginger: è un vampiro!

Andy: un fottutissimo vampiro, perché non gli diamo del Tru Blood e la facciamo finita?

Steve li sta cercando

Steve: Sara, Stackhouse dove siete?

Steve: vi troverò, e vi mangerò

Steve ride istericamente

Steve: quanto mi piace

Ginger sta per urlare, ma Andy le tappa la bocca

Il telefono di Ginger suona, la suoneria è Milkshake di Kelis

Steve si accorge che i quattro sono rinchiuse nella camera di Sara

Andy: cazzo..

Ma niente, non succede nulla, i 4 sono rinchiusi ancora..

Jason: dov’è?

Sara: non lo so..

Ginger ha la bocca tappata da Andy

La porta della camera di Sara viene spalancata, c’è Tonya

Tonya: buona sera gente..

Ginger urla

 

Sookie esce dalla camera, Bill rimane a farsi una doccia

Sookie incontra Alcide

Alcide: hey, tutto bene?

Sookie: beh, non tanto in effetti

Alcide: duo uomini che si scontrano per te

Sookie: non si stavano scontrando per me, quei due non si sopportano

Alcide: andiamo, lo sai benissimo, l’effetto che gli fai….

Sookie: cosa vuoi dire?

Arriva Eric

Eric: Sookie, posso parlarti?

Alcide sorride e se ne va

Sookie: mi dispiace per quello che è successo, è stato imbarazzante

Eric: c’è un modo..

Sookie: cosa?

Eric: per salvare Bill

Sookie: cosa vuoi dire?

Eric: conosco una persona, che può salvarlo.

Sookie: e non me l’hai detto, Eric..(arrabbiata)

Eric: speravo ci fosse un altro modo

Sookie è confusa

 

Pam e Jessica sono arrivate a New York

Jessica: abbiamo fatto 3 ore di volo, sono stanchissima, è quasi l’alba, dove stiamo andando?

Pam: non lamentarti e cammina

Jessica: questi tacchi che mi hai fatto comprare mi stanno uccidendo!

Pam: shut the fuck up!

Jessica: ok

Pam: bene, ci siamo

Siamo al 4815 di Lexington Ave.

Pam entra con Jessica

Pam: appartamento 16, cerca..

Jessica legge i numeretti sulle porte

Jessica: eccolo, il 16!

Pam: bene!

Pam bussa

Si sentono dei passi

Qualcuno apre la porta

è Lauren

Lauren sorride…..

 

TO BE CONTINUED

 

 

True Blood 3×05 Williamultima modifica: 2009-10-11T14:02:00+02:00da todoparaloco
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento